Bentornato nel nostro blog!

Oggi trattiamo un argomento un po’ diverso dal solito! Parleremo infatti di una “filosofia” o “pratica” orientale che è stata da qualche anno adottata anche come stile di arredamento, ovvero il Feng Shui.

Ci teniamo a precisare come il Feng Shui non sia nato come stile di arredamento, ma come una vera e propria filosofia di vita.

Non è raro vedere persone che negli ultimi anni credono che questa filosofia non sia altro che un insieme di “ricette portafortuna”. Questo tipo di approccio non è ritenuto per nulla consono dagli esperti!

Cos’è il Feng Shui: dalle origini ai giorni nostri

Questa filosofia è nata in Cina millenni fa da una branca del Taoismo: l’idea centrale di questa filosofia si basa sul mutamento, in quanto tutto si muta, tutto si trasforma e tutto continuamente fluisce, continuando all’infinito questo meccanismo.

Tutto quello che facciamo risulterà efficace se riusciamo a incanalare le forze che ci circondano ed allinearci ad esse. 

Letteralmente Feng Shui significa “Vento e Acqua”.

Nell’arredamento questa filosofia non vuol dire altro che riuscire a convergere le forze degli ambienti della casa per sfruttarne l’energia e l’effetto che hanno sugli essere umani.

Ogni ambiente ha un effetto: eccitazione, disagio, benessere, e questi effetti vengono percepiti ogni volta che entriamo in un determinato ambiente di casa nostra.

L’idea del Feng Shui applicato all’arredamento è molto semplice: al posto di subire questi effetti in modo casuale, perché non dominarli e usarli per il nostro benessere?

L’Esempio dei Colori

I colori, come appreso nell’ultimo secolo di studi, hanno un’influenza sul nostro benessere psico-fisico. Anche nell’arredamento, quindi, è importante scegliere bene i colori che possano portare un beneficio su di noi.

Ecco alcuni esempi applicabili:

Giallo: il colore del sole. Rappresenta la forza, l’energia e la creatività e dovrebbe essere usato negli ambienti vitali della casa (cucina e studio). Meno adatto nelle zone relax.
Rosso: catalizza l’energia. Indicato per stanze come il soggiorno o la camera da letto.
Bianco: dona luminosità a tutti gli ambienti. Anch’esso è più adatto nelle zone attive della casa.
Rosa: colore adatto agli ambienti dedicati al relax.
Verde: tonalità che ricorda la natura. Può essere usato un po’ in tutti gli ambienti della casa.
Blu: il colore della meditazione. Il Feng Shui ne sconsiglia un uso smodato.

Consigli per un arredamento Feng Shui

Ecco nella pratica alcuni consigli e accorgimenti per avere uno stile di arredamento in linea con i principi Feng Shi.

Utilizzare gli specchi

Può essere utile a correggere gli “errori energetici” della stanza. In questa particolare filosofia gli specchi fungono da equilibratori. Allo stesso tempo è sconsigliato posizionarli in modo che si riflettano l’uno contro l’altro.

Attenti all’Illuminazione

Il consiglio è quello di utilizzare le luci intense nelle stanze ritenute Yang (ovvero quelle dove c’è più attività) e meno potenti in quelle Yin (le stanze destinate al relax).

Le Piante

Le piante sono elementi naturali che non possono mancare in una casa. Più indicate per riequilibrare gli spazi dove è presente molta acqua (bagno e cucina su tutti).